oggi mi ha sgonfiato
con gli occhi chiusi
ed il cuore sgranato
inchiodata al stupore
dopo tutto il tempo
che ti stavo cercando
la possibilita
di riuscire per una volta
dire
ecco t’ho trovato
la mia fondamentale
verita vagabonda
che sfugge
ma mi sono sbagliata
il tempo gia
se n’era andato
un amante dimenticato
lasciando vecchia
la memoria che vuole
come la pelle
delle glorie esaurite
scivolando dalle mani
tutte le cose
che volevi rivedere
dal passato pensavi
d’aver ritrovato un faro
un poco s’era acceso
illuminando una speranza
come un inizio genitore
non apposta, ma per caso
fatto in fretta tra il buio
e le attese
ed io orfana
solamente qui
abbandonata
tra le parole sorelle
dei pensieri fratelli
tutti i figli della mente
riprova di nuovo
mi sembra suggerire
che sempre ritorna
lo spettro intimo
che mi guarda
rispecchiato
dal momento notato
l’adesso sconnesso
desiderando qualcos’altro

Advertisements